martedì 4 ottobre 2016

EZIO GREGGIO NEL REMAKE DI RITORNO AL FUTURO!!!


EZIO GREGGIO SUL SET DI "BACK IN TO THE FUTURE (HOLLIWOOD - LUGLIO 16)

Essendo anche Fanz Club Unofficial di Ezio, vi vogliamo aggiornare sulle ultime del nostro beniamino Ezio, che sul suo seguitissimo profilo Twitter: @EzioGreggio ha postato un foto che lo ritrae sul set originale del film "Back to the Future" (Ritorno al Futuro), di cui l'anno scorso è ricorso 30° anniversario e di cui vi abbiamo parlato già diverse volte.
Vi pare un semplice turista?
Ma no! Grazie ad una soffiata che ci è arrivata e noi la mostriamo in esclusiva solo per voi!
Ezio era sulle riprese del suo nuovo film! Dopo il successone di "Box Office", il nuovo attesissimo film è il remake di Ritorno al Futuro in versione italiana, ecco per voi in esclusiva la locandina e la trama!



SINOSSI:
Cologno Monzese, 25 ottobre 2016. Ezio McVolo (Ezio McFly nella versione inglese / Ezio Greggio) è un sessantenne esodato, fidanzato con la badante svizzera Jennifer Parco (Michelle Hunziker), Ezio sogna di diventare un comico, e infatti fa il cabarettista benché senza molta fortuna; Inoltre Ezio non si dà pace per la piatta esistenza dei suoi genitori. Infatti suo padre Giorgio (Raoul Bova) pensionato, è da sempre al centro anziani succube del bullo meridionale, Biffo Tanneno (Riccardo Scamarcio), sua madre Lorena (Martina Stella) è una donna imbruttita e inacidita dalla non certo esaltante vita da pensionata con Giorgio, i suoi due fratelli maggiori esercitano lavori poco appaganti e ancora vivono coi genitori, nonostante l'età da pensione. Il migliore amico di Ezio è un bislacco inventore brianzolo di nome Enzett Bruno detto "Doc" (Enzo Iacchetti). Un giorno, proprio quest'ultimo chiama Ezio chiedendogli di raggiungerlo quella stessa notte nel parcheggio del Carrefour sul Viale Zara per filmare un misterioso esperimento.
Una volta giunto sul posto, Ezio scopre che lo scienziato brianzolo ha costruito una macchina del tempo modificando una Fiat Panda, per risparmiare essendo brianzolo (Che riesce ad arrivare a 70 Km/h in discesa!). L'esperimento da filmare consiste nell'inviare nel futuro di 60 secondi (Nel tempo di un minuto) il pupazzo di quest'ultimo, il Gabibbo. L'esperimento riesce, ma subito dopo sopraggiunge un commando terroristico dell'ISIS a cui Doc aveva sottratto del plutonio, Eugenio il Genio, Mingo e uno stacchetto delle veline, causando la rabbia di questi, il tutto necessario per far funzionare il "flusso catalitico", dispositivo indispensabile per il viaggio nel tempo. Doc viene atterrato a fucilate e Ezio, fuggendo con la vettura, aziona involontariamente l'apparecchio, ritrovandosi catapultato indietro nel tempo, al 5 novembre 1956, data che Doc aveva digitato sul display per spiegarne a Ezio il funzionamento e in corrispondenza della quale aveva avuto per la prima volta una visione del flusso catalitico.
Ezio visita così la Cologno Monzese degli anni cinquanta, tranquilla cittadina in provincia di Milano, alla ricerca del giovane Doc per farsi aiutare a tornare indietro nella sua epoca, ma si imbatte nel proprio futuro padre, puntualmente vessato dal giovane Tanneno, e nel seguirlo finisce con l'intromettersi nel suo passato. Ezio infatti incappa nella sua futura madre Lorena, civettuola e svampita, la quale si invaghisce di lui come altrimenti si era invaghita di Giorgio, da lei soccorso a casa sua dopo essere stato investito dal padre di Lorena. Ezio raggiunge finalmente il giovane Doc, il quale, superata ogni incredulità (Esempio: Che  Berlusconi è diventato presidente del consiglio), tenta di aiutarlo. Il Doc del futuro avrebbe digitato proprio quella data del 1955 perché quello era stato il giorno in cui aveva trovato l'ispirazione che lo avrebbe poi condotto alla sua invenzione di sessant'anni dopo....

Ovviamente continuerà con un sacco di divertimento, azione, thriller, suspence, fanta, scienza e tanto, ma che dico tanto, tantissimo di tutto e di niente, per tutta la famiglia, questo è l'unico film approvato, dopo aver letto e vagliato la sceneggiatura, da Robert Zemeckis (O come cazzo si scrive) e Steven Spielberg (Che se si tratta di remake, sequel e altro, lui approva sempre tutto), scritto dai fratelli Vanzina e diretto da Carlo Vanzina, prodotto da Medusa.
L'uscita è per questo Natale, perciò fanz di Ezio Greggio non manchiate!
Restate connessi... A presto con altre novita!

Nessun commento: