giovedì 1 novembre 2007

I Nuovi Mostri / 18

Corsi e ricorsi



"Quando il 2 giugno [1940] Mussolini mi chiamò dicendomi che il 10 giugno noi saremmo entrati in guerra, io gli gridai: 'Ma lei non sa che noi non abbiamo nemmeno le camicie per i nostri soldati, non dico le divise, ma nemmeno le camicie?'. Egli mi rispose: 'Lo so, io ho solo bisogno di avere alcune migliaia di morti per sedermi al tavolo della pace accanto ai vincitori'". (dal discorso del maresciallo Pietro Badoglio agli ufficiali dell'Esercito Italiano, San Giorgio Ionico, 18 ottobre 1943).

"Berlusconi nel 2001 era piuttosto favorevole all'idea di un'azione militare in Aghanistan, 'a patto che non muoia troppa gente'".
(dai diari di Alastair Campbell, ex portavoce di Tony Blair, 9 luglio 2007).

Da Carta Canta di Marco Travaglio del 17 luglio 2007.

Sempre per restare in tema vi propongo di farvi 4 risate o 4 piangiate, su questo sito messo dall' Espresso, che vi fa vedere alcune delle pagine del famoso Diario del Duce, autenticamente Falso, portato alla luce dal solito Marcellino Pane Dell'Utri in cui dimostra che il Duce era strettamente contrario, nonchè pacifista, a entrare in guerra con i tedeschi, esattamente come era contrario Bellachioma nei confronti di Bush. E la Storia è fatta di Corsi e Ricorsi.

Nessun commento: