O L E R O N

O L E R O N

DAL 27 DICEMBRE E' DISPONIBILE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE E SUL NOSTRO NUOVO CANALE VIMEO, IL NOSTRO ULTIMO LAVORO, UN LUNGOMETRAGGIO INTITOLATO O L E R O N, TRATTO DA UN RACCONTO DI STEFANO BENNI.
GUARDATE, CONDIVIDETE, COMMENTATE E VISITATE IL NOSTRO CANALE.

Argomenti:

domenica 22 novembre 2015

Strawberry Fields Forever

Questo post fa parte della rubrica Best Videoclip, ovvero un viaggio attraverso i migliori videoclip musicali nella storia della musica.

26° Puntata

Un nuovo colpo dei Beatles non solo dal punto di vista musicale ma come vedremo in seguito nel videoclip, il colpaccio è intitolato “Strawberry Fields Forever”, è il singolo pubblicato nel 1967, perché colpaccio? Ora ve lo spieghiamo.
Il brano è una composizione di John Lennon, composta durante il suo soggiorno spagnolo per interpretare il film diretto da Richard Lester “How I Won the War” ( Come Ho Vinto la Guerra) nel settembre-ottobre del 1966, questo brano verrà pubblicato come singolo nel febbraio del 67, lato B di Penny Lane, entrambi i brani sono influenzati dalla nostalgia di Lennon e McCartney della vita a Liverpool prima di raggiungere il successo mondiale, per quanto riguarda Lennon si tratta di un periodo nero, è imminente la fine della storia con la moglie Cynthia Powell, e l’iniziale abuso di sostanze stupefacenti, fra cui LSD, mentre per il gruppo nonostante i successi è un momento di altissima pressione, i produttori e discografici sono alla continua ricerca di singoli e album del gruppo da pubblicare in un momento di grande richiesta commerciale, forse uno dei grandi motivi per lo scioglimento del gruppo è da rintracciare proprio in questa spremitura di energie artistiche e no richiesta alla band, proprio nello stesso periodo la band aveva annullato i concerti e il tour.

Eppure il brano è riconosciuto dalla critica come uno dei migliori fra tutta la grande produzione della band, qui vi è l’introduzione di uno dei strumenti che ha radicalmente cambiato il rock di quegli anni, uno dei primi sintetizzatori, il Mellotron, nel brano è suonato da McCartney, non furono i primi ad utilizzarlo ma i primi a portare un brano con questo strumento al successo; Il brano fa parte del periodo psichedelico della band, che è evidenziato nel video, il brano è anche un insieme di due pezzi uniti successivamente in mixaggio, si sa che il brano ha avuto tre diverse incisioni; Dapprima il brano doveva essere inserito nell'album “Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band”, solo dopo l’entusiasmo dei produttori fu trasformato in singolo e non incluso nell'album, visto che i Beatles avevano la regola di non inserire nessun singolo pubblicato nell'album prodotto, per il rammarico di molti e dello stesso Lennon. Il brano andò molto bene ma fu il primo singolo dei Beatles dal 1962 a non raggiungere la prima posizione, soltanto perché la BBC conteggio il doppio lato A, essendo entrambi i lati due singoli, appunto come due differenti singoli anche se stampati unicamente, il brano si fermò al 2° posto nonostante che il singolo come già accennato vendette il doppio della numero uno.


Per gli amanti della teoria sulla morte di Paul, a fine brano è udibile la voce di Lennon mormorare qualcosa di indecifrato, molti hanno ipotizzano che sia la frase prova di tutto, ovvero “I buried Paul” (Ho sepolto Paul), invece ad un ascolto più attento Lennon dice un semplice “Cranberry sauce" (salsa di mirtillo) delusi!?
Un'altra curiosità, il titolo del brano da anche il titolo all'opera dedicata a John Lennon "Strawberry Fields Memorial", eretto in sua memoria all'interno del Central Park a New York, concepito da Bruce Kelly, architetto paesaggista e capo del Central Park Conservancy. Strawberry Fields venne inaugurato in occasione del quarantacinquesimo anniversario della nascita di Lennon, il 9 ottobre 1985, in presenza della vedova Yoko Ono.

Per la promozione del singolo come era ormai divenuto consuetudine per i Beatles visto la disponibilità di mezzi, fu girato un videoclip il 30 e il 31 gennaio 1967, nel Knole Park a Sevenoaks, a dirigerlo il regista televisivo svedese Peter Goldman, il filmato di Strawberry Fields Forever, insieme a quello di Penny Lane fu molto apprezzato come stile e come regia tanto da essere stato selezionato dal MoMA di New York come video più influente della fine degli anni sessanta ed è la prima volta che siamo di fronte ad un video che viene acclamato e preso in considerazione come vera e propria opera d’arte, al pari dei lavori cinematografici.
Vi proponiamo l'unico video disponibile, messo a disposizione dal canale ufficiale YouTube dei The Beatles, restaurato in HD ma lungo solo 1:22, questo per il fatto che i componenti ancora in vita della band non hanno mai puntato troppo sui nuovi mezzi di comunicazione, peccato.

"Lascia che ti porti con me
Perché sto andando ai campi di Fragole.
Niente è reale e niente per cui stare in attesa.
Campi di fragole all'infinito"



⇐ Puntata precedente:
     A Whiter Shade of Pale

Nessun commento: