O L E R O N

O L E R O N

DAL 27 DICEMBRE E' DISPONIBILE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE E SUL NOSTRO NUOVO CANALE VIMEO, IL NOSTRO ULTIMO LAVORO, UN LUNGOMETRAGGIO INTITOLATO O L E R O N, TRATTO DA UN RACCONTO DI STEFANO BENNI.
GUARDATE, CONDIVIDETE, COMMENTATE E VISITATE IL NOSTRO CANALE.

Argomenti:

venerdì 29 luglio 2016

La storia / capitolo 2

Jhon mise via la scopa e cercò di capire cosa fare. Quell'evento di prima mattina lo aveva scombussolato.
Andò in bagno, si lavò il viso e si guardò allo specchio.
Troppe indecisioni, troppe insicurezze nella sua vita.
Ora basta. Era venuto il momento di prendere in mano la situazione.
Con fare deciso aprì il cassetto e tirò fuori la camicia bella. Quella che le aveva regalato sua madre a Natale. Era molto elegante, anche troppo per andare al lavoro, ma non gli importava.
Uscì di casa a testa alta, sicuro e spavaldo.
Prese il solito autobus. Quello pieno. Si infilò tra una signora anziana con le borse della spesa e un ragazzo che stava andando a scuola. Era scomodo Jhon, ma era troppo sicuro di se.
Arrivò alla sua fermata, proprio davanti al suo ufficio.
L'usciere lo squadrava con il suo sguardo austero già da subito, senza che Jhon fosse ancora entrato nell'edificio.

Jhon prese fiato. Guardò in alto, e vide la chioma di un piccolo albero che stava sul marciapiede.
Poi la vide. Era in mezzo alle foglie. Finalmente l'aveva vista.
Allungò una mano tra le foglie bagnate dalla rugiada mattutina e la prese.
Era la situazione che voleva prendere in mano.
La guardò, sorrise e poi la lasciò andare.
Era contento e sollevato Jhon.

Poi cominciò a camminare verso l'ufficio, proprio mentre il sole faceva uscire un raggio proprio sull'entrata.

CAPITOLO 1

Nessun commento: