lunedì 12 novembre 2007

C'ERA UNA VOLTA LO SPORT...

Buongiorno amici del blog... ormai avrete sentito tutti le notizie dei tg.. un tifoso laziale ucciso da un poliziotto... e i tifosi italiani, contro la polizia, si sono organizzati per far casino.
Molte cose da dire, molte da chiarire... il poliziotto ha fatto apposta o gli è partito un colpo per sbaglio? Non lo so... e non sono quà per condannare... non è il mio compito.. ma quello che mi fa pensare è il fatto dello sport... ci sono stati disordini fuori e dentro gli stadi, vetri sfondati, botte, etc..
Ma non è questo lo sport..
A noi ormai sembra normale andare allo stadio e vedere carabinieri in assetto da guerra, ma se ci pensate non è per niente normale. Lo sport non deve essere così.
Vedo vecchi video di partite di anni fa, e tutto è calmo, i tifosi sono allo stadio per divertirsi, un termine che dovrebbe essere impresso nelle teste dei tifosi italiani.
Ora si va con mazze, bastoni, razzi, coltelli e altro ancora, ci si picchia per un gioco, per una partita. Non è concepibile. Se penso che ci sono anche famiglie dentro lo stadio, mi viene la preoccupazione che i bambini possano seguire l'esempio dei tifosi idioti. Per fortuna non sono tutti così.
Poi nelle curve c'è anche la politica.
La politica in uno sport? è assurdo.
Ci sono curve di destra o di sinistra... questo è inconcepibile.Hai il tuo ideale, va bene tientelo. Ma quando tifi, non serve a un cazzo.
Molte cose da dire ancora, molte su cui pensare.
Io personalmente fermerei il campionato per un po', per vedere di fare qualcosa di concreto.
Ma vedendo i nostri politici nullafacenti, è meglio che incominciamo noi a fare qualcosa.
Vai allo stadio e tifa per lo sport, per il calcio pulito, e se vedi qualcuno che fa il coglione, girati dall'altra parte, e insegnamo a nostri bambini che il calcio è divertimento, lo sport è divertimento.

Dado

Nessun commento: