mercoledì 7 novembre 2007

I Nuovi Mostri / 21

Colpo di Stato alla Pakistana


Alla fine è successo, molti ne hanno parlando dicendo che era prevedibile, ma a me è sfuggita sotto gli occhi, che pirla in Pakistan c'è la dittatura, ma guarda che coincidenza non lo sapevo.
Queste voci sono aumentate dopo l'aumento di attacchi di stampo terroristico nel paese, ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la riunione della Corte Suprema pakistana che secondo il generalissimo Pervez Musharraf avrebbe avuto la pretesa di annulare la sua rielezione alla presidenza avenuta il 6 ottobre, roba da non credere, eppure lui è partito in quinta proclamando per questa cosa lo stato d'emergenza, sospesa la Costituzione e altre cose che la riguardano.
Non ci ha pensato prima che magari la decisione della Corte Suprema era legata all'impossibilità di continuare a tenere il potere da 8 anni oltre a quello militare con il quale nel 99 organizzo il golpe che lo porto al potere. Ma lui l'ha presa con filosofia annunciando alla televisione che era per difendere la democrazia", ma quale democrazia sta parlando?
Così durante la riunione della Corte Suprema ha fatto intervenire delle truppe paramilitari che hanno fatto in modo che la corte non presenti il verdetto, e così è stato, ma non gli è bastato bisognava anche mettere tutti in gatabuia, così è iniziata la valanga di arresti ai soliti noti, giudici e capi dell'opposizione per lo più inesistente.
Ma lunedì sono arrivati a insorgere gli avvocati, ma stavolta non abbiamo visto la massa che accompagnava i bonzi in Birmania, quindi è stato facilissimo arrestare i pochi avvocati che si erano messi davanti al carro del Presidente Generale. Ufficialmente nel paese vengono arrestati 1.500 persone.... ma nella realtà si parla di cifre ben più superiori, ma non possiamo saperlo perchè per un colpo di stato bisogna bloccare anche l'informazione e così è stato. Intanto non c'è stata una presa di posizione da parte del popolo che ha deciso di subire in silenzio per evitare la galera.
Chi si è disturbato è stato Mr. President Bush e Condolcezza Rice che non sapendo cosa dire hanno così espresso il loro disappunto, su cosa di preciso non si sà ma magari non riguardava nemmeno il Pakistan, ma hanno aggiunto che qualunque paese esso sia taglieranno gli aiuti che economici che versano al paese, facendo due conti il paese in questione è proprio il Pakistan ma se toglieranno gli aiuti economici non faranno altrettanto con aiuti militari essendo il Pakistan e il suo Presidente Generale l'unico amico mussulmano di Bush e amici come questi sono pochi ma buoni non bisogna farseli scappare, ma aggiungiamo che è anche l'unico paese islamico con bomba atomica e dittatura inclusa... Ma poco importa il nemico per adesso è il terrorismo, quindi si finisce con l'auspicare al mondo dei sogni la democrazia e buona notte.
E l'Europa che fa.... Non sapendo che pesci prendere pensa bene che l'UE non debba risolvere tutti i problemi del mondo e stiamo già pensando alla Birmania, mandando la salma di Fassino agli ex iriducibili comunist, ma tanto non è cambiato niente; Mentre l'Onu ha pensato che è meglio non dire niente per non offendere USA, Russia e Cina.

Nessun commento: