venerdì 16 novembre 2007

I Nuovi Mostri / 25

Revisionismo Padano

Il Mito dei due Mondi, così soprannominato Giuseppe Garibaldi, perde fascino, così stando ai leghisti, che il 7 novembre in occasione del bicentenario della sua nascita hanno largamente rivalutato (in negativo) la figura di Garibaldi, è questa la nuova campagna politica che al quanto pare seguirà la Lega, dopo i fucili e i bergamaschi armati di archibugio trovano tempo di aprire beghe politiche sulla figura di un'eroe dell'800 e della nascita dello stato italiano come lo vediamo adesso, ma Garibaldi non credo che si scomponga almeno nella bara, ma la rivalutazione padana è del tutto che noiosa e originale:
  • Traditore;
  • Massone;
  • Negriero;
  • Criminale di Guerra;
  • Ladro di Cavalli;
  • Traditore del Popolo;
  • Mercenario;
  • Nemico della Chiesa;

E' così che esordiscono ad un convegno organizzato alla camera, nella Sala della Lupa, urlando "Padania Libera", come se il povero Garibaldi c'entrasse qualcosa, ma il curriculum leghista è da far rabbrividire Bellachioma, anche lui nella P2? Ma forse non stanno parlando di lui? No non è nemico della Chiesa, per il momento.

Ma la Lega vuole precisare: "La figura di Garibaldi, è da dimenticare, nel sud ha portato solo violenza", al quanto pare la Lega difende anche il sud, ma si continua con: "Si celebra un nemico della Chiesa al punto da definire Pio IX un metro cubo di letame, perfino un ladro di cavalli al quale per punizione venne mozzato un orecchio", ma non stiamo per caso delirando? Chiederei gentilmente a Federico Bricolo della Lega, che mi sembra anche ridicolo in queste esternazioni, avrà avuto i suoi motivi a definire il Pio un metro di cubo di letame, come sarà stato un'altro motivo per il quale gli è stato tagliato l'orecchio! Ma loro vanno avanti, vogliono sensibilizzare l'opinione pubblica padana che è già piena di problemi di suo, per affidargli il caso del negriero Garibaldi; Sono decisi anche a resuscitarlo per processarlo a Verona il 15 Dicembre, forse processeranno la sua salma con eventuale pena di morte?

Non conviene a questi leghisti di prendere 300 libri di storia, non Mondadori, e rinchiudersi per un anno in una sala a leggerli? Oltre a imparare a distinguere un convegno storico da una sagra di capriolo! Io lo voglio ricordare Garibaldi come Icona del suo tempo, un ribelle indomabile che interpreta ideali di libertà e giustizia!!!

Arminio.

1 commento:

Siciliano ha detto...

"Garibaldi Icona del suo tempo, un ribelle indomabile che interpreta ideali di libertà e giustizia!!!" ragazzi... x favore... non studiate la storia sui libri scolastici...