O L E R O N

O L E R O N

DAL 27 DICEMBRE E' DISPONIBILE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE E SUL NOSTRO NUOVO CANALE VIMEO, IL NOSTRO ULTIMO LAVORO, UN LUNGOMETRAGGIO INTITOLATO O L E R O N, TRATTO DA UN RACCONTO DI STEFANO BENNI.
GUARDATE, CONDIVIDETE, COMMENTATE E VISITATE IL NOSTRO CANALE.

Argomenti:

venerdì 11 aprile 2008

I 450 del PD (Aspettando il Cainano)

Mi hanno purtroppo spiazzato, e molto ma molto deluso, non l'avrei mai pensato che saremmo arrivati a questo... ma per gli Artisti con la A maiuscola, dovrebbe essere normale schierarsi (di solito in momenti molto difficile per la comunità in cui essi vivono ed operano) se non che artisti sarebbero? Ebbene non ho fatto voce quando alcuni hanno firmato per la "Sinistra" e quando intendo la sinistra intendo la sinistra e non il centro!
Ebbene non ho fatto in tempo a girarmi che un gruppo movimentato del mondo dello spettacolo, musica e cinema, si sono schierati al centro lasciandomi così a bocca aperta: 450 nomi. Il mondo della Cultura per cambiare l’Italia con Walter Veltroni.
Ma il peggio deve ancora arrivare: non mi aspettavo il redivivo Roberto Benigni che dopo aver preso in braccio durante un comizio Berlinguer (Ma all'epoca esistevano ancora i "comunisti mangiabambini"), si è fatto fotografare in braccio a niente meno che Mater Mastella, dalla Satira è finito parecchio lontano, affermando: "Veltroni lo voterei ben 3 volte".
Ma l'elenco dei firmatari di questo documento sono molti: Stefano Accorsi, Gianni Amelio, Renzo Arbore, Francesca Archibugi, Corrado Augius, Louis Bacalov, Bernardo Bertolucci (Proprio il mito di "Novecento" e altri capolavori), Nicoletta Braschi (Moglie di Benigni), Valeria Bruni Tedeschi (Sorella di Carla Bruni), Mimmo Calopresti (Ex regista impegnato ed ex di sinistra), Cristina e le sorelle Comencini (Il padre era di socialista), Carmen Consoli, Paola Cortellesi, Giobbe Covatta, Christian De Sica (Proprio il figlio del grande Vittorio De Sica), Paolo Flores D'Arcais (Ex Laico), Alessandro Gassman (Proprio il figlio di Vittorio Gassman), Max Gazzè, Claudia Gerini, Adriano Giannini (Per il momento non compare il Padre), Remo Girone, Valeria Golino, Corrado e Caterina Guazzanti (?!?!?!? Mah, manca la Sabrina), Alessandro Haber, Paolo Hendel, Sabrina Impacciatore, Jovanotti (E' invecchiato e non si ricorda di Cuba ne del Che), Linus, Carlo Lucarelli (Paura?!?! Eh!), Neri Marore', Mariangela Melato, Laura Morante, Ennio Morricone, I Muccino (Quelli che esportiamo in america), Silvio Orlando, Moni Ovadia, Fernan Ozpetek, Max Pezzali (Mancano gli 883), Nicola Piovani, Veronica Pivetti, Michele Placido, Gigi Proietti, Dino Risi (Il grande Mostro del Cinema Italiano, non è possibile!!!), Francesco Rosi, Amanda Sandrelli, Riccardo Scamarcio, Furio Scarpelli (Il grande sceneggiatore della Commedia all'Italiana, di sinistra e satirico contro i democristiani), Ettore Scola (Altro grande dell'ex Cinema Italiano), Paolo e Vittorio Taviani, I figli di Terzani, I figli di Ugo Tognazzi, Giuseppe Tornatore, Armando Trovajoli, Antonello Venditti, Sandro e Giovanni Veronesi, Paolo Virzì (Al cinema con "Tutta la Vita Davanti", film contro il precariato, trall'altro prodotto da "Medusa" di Silvio Berlusconi, modo intelligente di fare film di protesta con i soldi del capo), Federico Zampaglione, Luca Zingaretti. Mancano solo all'appello Silvio e Piersilvio Berlusconi, Luca Cordero di Montezemolo e Giulio Andreotti, per il momento.
Ebbene la mia domanda: "Perchè si sono schierati con il PD?" cerca una risposta, non perchè seguirei i loro consigli sul voto, perchè il voto deve essere una piena scelta personale, ma perchè questi grandi del cinema o della cultura si debbano sporcare con questa cosa, mi chiedo se Berlusconi faccia così paura, che serva un qualsiasi partito purchè non debba vincere (Tanto vincerà lo stesso). Ma perchè si sono coinvolti in un partito che dice di essere di sinistra ma non lo dimostra (Alcuni di loro prima di questo furono dichiaratamente di Sinistra).
Non mi resta che accettare questa sconfitta dal mondo della cultura, data da chi ha fatto cultura di sinistra, per poi cestinarla all'arrivo dei democratici all'americana, mentre il sottoscrivo ci credeva per davvero. E do ragione ad un calmo vecchietto di 93 anni, tale Mario Monicelli che si schiera con la Sinistra Arcobaleno, almeno lui non rinnega niente e anzi rimane fiero delle proprie idee, perchè come dice: "Sono arrivato a questa età perchè sono Cattivo e Comunista!".
Per fortuna altri grandi del Cinema e della Cultura sono caduti prima di compiere questa sciocchezza.
Arminio.

Nessun commento: