martedì 17 marzo 2015

Foto della settimana / 155


Buon compleanno Italia

Arlecchino, Pinocchio e Pulcinella sono l'Italia del popolo, che si rappresenta, si denigra e si riscatta con la felicità che trasmette questo trio. Un'Italia del passato, ma che si può riconoscere oggi dovunque. (Raffaele La Capria)

A noi italiani l'indignazione dura meno dell'orgasmo. E dopo viene sonno. (Marco Paolini)

Buoni soldati, cattivi ufficiali; ma ricordate che senza di loro non avremmo la Civiltà. (Erwin Rommel)

Chi dice che gli italiani non sanno quello che vogliono? Su certi punti, anzi, siamo irremovibili. Vogliamo la grandezza senza spese, le economie senza sacrifici e la guerra senza morti. Il disegno è stupendo: forse è difficile da effettuare. (Ferdinando Martini)

Gli italiani hanno solo due cose per la testa: l'altra sono gli spaghetti. (Catherine Deneuve)

Gli Italiani perdono le guerre come se fossero partite di calcio e le partite di calcio come se fossero guerre. (Winston Churchill)

Gli italiani quando sono in due si confidano segreti, tre fanno considerazioni filosofiche, quattro giocano a scopa, cinque a poker, sei parlano di calcio, sette fondano un partito del quale aspirano tutti segretamente alla presidenza, otto formano un coro di montagna. (Paolo Villaggio)

In Italia, sotto i Borgia, per trent'anni hanno avuto guerre, terrore, assassinii, massacri: e hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento. In Svizzera, hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di pace e democrazia, e cos'hanno prodotto? Gli orologi a cucù. (Il terzo uomo)

«Ora che l'Italia è fatta, bisognerebbe unificare le cucine italiane!»«Ardua impresa. Si potranno federare; se pure!» (Federico De Roberto)

Nessun commento: