O L E R O N

O L E R O N

DAL 27 DICEMBRE E' DISPONIBILE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE E SUL NOSTRO NUOVO CANALE VIMEO, IL NOSTRO ULTIMO LAVORO, UN LUNGOMETRAGGIO INTITOLATO O L E R O N, TRATTO DA UN RACCONTO DI STEFANO BENNI.
GUARDATE, CONDIVIDETE, COMMENTATE E VISITATE IL NOSTRO CANALE.

Argomenti:

mercoledì 13 maggio 2015

Le Guerriere di Kobane

Perché una galleria di guerrigliere su un blog pacifista?
Forse dovremmo puntare a una galleria di foto con donne mezze nude (Che tanto a voi che le guardate, non ve la daranno mai lo stesso!) o ad una bella galleria di simpatici e teneri gattini (Magari con Salvini e Grillo), invece noi oggi vi mostriamo le "Guerrigliere di Kobane", sono ragazze e donne, che lo ammetto mi hanno conquistato, ma non sono il solo, anche l'ISIS, che se le vista brutta, dovendo abbandonare in ritirata la città quasi conquistata di Kobane.


Quella di Kobane non sarà ricordata di certo come una vittoria militare delle più grandi, nemmeno come la vittoria finale sulle milizie ISIS, che tuttora sembrano ottenere successo in Siria e in Libia, ma di sicuro ha avuto un forte impatto sull'occidente e sul mondo mediorientale, non dei più forti ma di sicuro hanno espresso una delle immagini migliori degli ultimi anni, compreso nel mondo femminile.
Per capire il perché di tutto questo, dobbiamo partire dalla storia della difesa contro le milizie dell'ISIS a Kobane, per questa difesa si è mobilitato un intero popolo, non solo, a differenza di alcune vicende passate, è stato fondamentale l'impiego delle donne, perché delle donne? Perché i soli uomini non sarebbero bastati a contrastare un'esercito numericamente più numeroso di loro, ma non è il tutto perché combattevano anche contro un'esercito ben addestrato e pronto ad azioni di guerra, la loro forza nella difesa della loro terra viene dalla stessa sostanza che ha portato uomini e donne ad imbracciare il fucile e vivere periodi difficili di stenti per combattere le forze nazifasciste in Italia dal 1943 al 1945, la stessa forza ed energia della Resistenza possiamo vederla oggi attraverso le loro gesta.

Il perché di tanta bellezza?
Il perché queste donne le abbiamo già viste nelle foto delle donne che si impegnarono nella Resistenza in Italia, ed in altri paesi contro le forze nazi-fasciste. Alla fine il mondo se né accorto della loro esistenza, che hanno in modo definitivo cambiato i rapporti femminili nel mondo Medio Orientale ma soprattutto dato un'immagine positiva rispetto all'immagine inutilmente propagandista dell'ISIS. Le donne sono capaci di questo e di molto altro!
Come le immagini delle guerriere Amazzoni, che ci hanno sempre affascinato per bellezza e forza, sempre rimanendo donne, questa gallery è per voi!

P.S. Lettera di una guerrigliera curda di Kobanê a sua madre.
Per queste immagini ringrazio l'account twitter di @luigidegennar, che dall'inizio dell'assedio di Kobane ha sempre informanto puntando i riflettori su questa storia e su molte altre, un consiglio se volete saperne di più è di seguirlo!





Nessun commento: