mercoledì 5 settembre 2007

Vacanze Oh!Rizzonti! / 5

Cari amici e affezionatissimi lettori del nostro blog siamo arrivati a raccontarvi l'ultimo giorno delle vacanza Ohrizzzontiane, ebbene come tutte le vacanze che iniziano hanno una fine.

I nostri eroi sono stremati per le camminate di 2 giorni alle Cinque Terre, Arminio decide comunque di alzarsi presto per raggiungere per l'ultima volta quella spiaggia che tanto lo chiama, il duo B&D non è nemmeno toccato dall'idea di andare a fare un bagno, credono di essere solo in montagna e non pensano al mare, Arminio passa un po di tempo in paese per poi toccare acqua: "Ah! è gelata, chi ha aperto il rubinetto dell'acqua fredda?" Si chiede mentre viene affondato dalle onde più grandi di lui, decide comunque di rischiare il congelamento e l'affogamento pur di fare un bagno, ma a Moneglia nota che non ci sono soltanto le bellezze geografiche ma anche di altre bellezze basta muovere gli occhi! (Adesso non pensate male!!! Sono un bravo ragazzo), mentre la compagnia B&D si dedica al relax e al riposo prima della partenza attendendo invano Arminio che per le 10 gli da buca.

Al ritardare del ritardatario Arminio che se la prende con calma, il duo inizia un'avventura dentro la loro avventura, per la pressa di far le robe veloci: smontare la tenda che gli ha tenuti a dormire per ben 4 notti, scopriranno che la tenda ha retto per poco, ci mancava che gli potesse cadere nel sonno uccidendoli, ma per fortuna non è di cemento; E si accorgono anche di essersi salvati in tempo infatti la tenda dietro di loro mattina dopo mattina cresceva, sarebbero finiti una notte inglobati dalla tenda che gli avrebbe portati chi sà dove? Magari nel mondo di Narnia.

Come previsto Arminio arriva in ritardo e non trova più nessuna tenda e nessun conto, aspettando un po decidono dunque di salutare il campeggio, i campeggiatori non c'erano erano spariti, e scendono per lo stradone principale con il cui sono arrivati, ripercorrono tutto con estrema fatica per i bagagli, e fanno tutto quello fatto il primo giorno e arrivano diretti al Bar della Stazione (Di cui vi abbiamo già parlato, ricordate?), e decidiamo di prenderci la Focaccia di Recco ma stavolta in versione pizza, e vi diciamo che è veramente molto buona!Dopo aver salutato il gentilissimo proprietario del Bar della Stazione, aspettiamo che apra la biglietteria e dopo aver fatto i biglietti ci precipitiamo al binario numero 2 e aspettiamo il diretto per Genova, arrivati a Genova siamo già pronti per prendere il diretto che ci porterà per le 18 a Milano non ci resta che aspettare fra varie discussione che portano soltanto a conclusione inutili delle quali la schiena bruciata di Arminio, saliti a bordo troviamo la nostra cabina dove troviamo una famigliola cinese senza scarpe benomale il dolore non si sente, qui tiriamo le cuoia della nostra avventura molto burrascosa ma senz'altro divertentissima riuscendo a unire i nostri caratteracci contro il destino fra cui i Nuovi Mostri (Moloch, Mangia Kartoffen, Bon Ton, San Bartolomeo e il mitico controllore dei 5 € che salutiamo molto e di cui Beppe gli augura che il caffè gli sia andato di traverso!), qui Dado si sbizzarrisce inventando un nuovo divertentissimo gioco, il "Sei talmente brutto, ma talmente brutto ..." vi diciamo solo quello.

Ormai il treno passa Liguria, Piemonte, Lombardia e arriva a Milano in orario puntuale, e così finisce definitivamente la vacanza di 5 giorni, nonostante avremmo potuto dirottare il treno e tornare indietro, ma ci avrebbero chiamati terroristi piuttosto che nostalgici del fankazzismo, scendendo dal treno troviamo la stazione come l'avevamo lasciata e anche Milano: sporca, piena di cattiva e inutile gente, infatti aspettando di fuori veniamo prima a contatto con un ricercatore di soldi per bere e infine uno cerca soldi infine farà un'interrogatorio a Dado chiedendogli se "in vacanza abbiamo scopato" poi arriverà a offrirgli 25 centesimi per andare a scopare! (Beato lui che con così poco ci riesce), non so se chiamarli Nuovi Mostri anche a loro ma di sicuro Mostri.

E con quest'ultima avventura che i tre eroi riescono a superare indenni finisce la 5° e ultima puntata del resoconto della vacanza Ohrizzontiana sul nostro blog, aggiungeremo in seguito tutte le foto che riteneremo di inserire.

Infine gli Oh!Rizzonti! vogliono finire con il ringraziare tutti quelli che hanno letto questa nostra storia, tutti quelli che hanno reso possibile la nostra vacanza (Anche tramite dei finanziamenti illeciti, di cui il Fischio non ne verra mai a conoscenza) e in primis il nostro amicozzo e compagno di viaggio Beppe che ha portato agli Oh!Rizzonti! molti ingredienti di sè stesso, ed infine dopo cinque giorni possiamo definirlo primo Ohrizzonte ad Honorem (Per la Laura deve aspettare che apriamo l'università "Le Arti Oh!Rizzontiane!") in più ha messo a disposizione la sua tenda; Il tempo per non aver fatto piovere; Il comune di Moneglia e i loro calorosissimi abitanti fra cui il titolare del Bar della Stazione Beppe, e l'Agricamping "Le Grigue" per averci ospitato in un bellissimo posto, e infine le Cinque Terre, posti sempre bellissimi da visitare!

Gli Oh!Rizzonti! si salutano e si ringraziano tra di loro, la prima volta che si vedono.

Ciao dagli Oh!Rizzonti!

Nessun commento: