O L E R O N

O L E R O N

DAL 27 DICEMBRE E' DISPONIBILE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE E SUL NOSTRO NUOVO CANALE VIMEO, IL NOSTRO ULTIMO LAVORO, UN LUNGOMETRAGGIO INTITOLATO O L E R O N, TRATTO DA UN RACCONTO DI STEFANO BENNI.
GUARDATE, CONDIVIDETE, COMMENTATE E VISITATE IL NOSTRO CANALE.

Argomenti:

mercoledì 5 dicembre 2007

I Nuovi Mostri / 30

George Non Arrenderti...
Noi Non Siamo Con Tè
"L'Iran resta un pericolo"
George Bush


Le soluzioni sono due: o alla CIA sono diventati matti e si divertono a prendere in giro il loro capo o è diventato nel giro di qualche anno un covo di terroristi islamici pronti a tutto, anche a dirigere un rapporto falso.
Ebbene è questa la mia idea sul rapporto della CIA che riferisce che la tentata costruzione di un'arma atomica da parte dell'Iran era stata sospesa dal lontano 2003, anno della fantomatica invasione dell'Iraq per trovargli le armi di distruzione di massa.... Ebbene in Iraq non ne hanno trovate ed in Iran non esistono ancora, questo fa si che se qualcuno a caso fra Bush padre e figlio decidessero di attaccare l'Iran dovrebbero usare qualche altro banale motivo: Per colpa loro il petrolio costa troppo, è colpa loro per la nostra crisi dei mutui e via discorrendo.
Ma una cosa che non torna è come è possibile che la CIA pubblichi un rapporto così estroverso, sarebbe come pubblicare l'inesistenza del cervello di Bush, che anche se tutti lo sanno ma pochi lo rivelano pubblicamente, ma è proprio la CIA che durante gli anni di Bush gli ha fatto da agenzia di stampa, qualsiasi cosa lui pensasse loro si occupavano a pubblicarla, esempio: lui pensa "Armi di Distruzione si Massa" e la CIA gli pubblicava che in Iraq ci sono armi varie.....
Ebbene questa lieto idilio si è interrotto, da quando lui aveva intasato gli uffici di suoi collaboratori e adesso si sono trasformati tutti in terroristi sposati alla causa iraniana.
Ecco dopo tutto questo Bush si è trovato il mondo contro: Chavez il dittatore rosso che perde le elezioni, Putin il dittatore ex-rosso e new-nero vince le elezioni pulitamente, la CIA che gli volta le spalle, ma lui ha ribadito che la possibilità di un intervento armato resta sulla carta se l'Iran si troverà mano nella mano con una bomba... Insomma il povero George non sa più che armi pigliare.

Nessun commento: