O L E R O N

O L E R O N

DAL 27 DICEMBRE E' DISPONIBILE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE E SUL NOSTRO NUOVO CANALE VIMEO, IL NOSTRO ULTIMO LAVORO, UN LUNGOMETRAGGIO INTITOLATO O L E R O N, TRATTO DA UN RACCONTO DI STEFANO BENNI.
GUARDATE, CONDIVIDETE, COMMENTATE E VISITATE IL NOSTRO CANALE.

Argomenti:

giovedì 23 luglio 2015

Grazie a Diprè il Web è un Posto Meravigilioso

Andrea Diprè è la persona vivente che si avvicina di più al dark web ma con molta più leggerezza, un pò come quei ragazzi che ammazzano un coetaneo solo perché lo hanno visto fare nei videogiochi, ecco perchè vi parlo di Diprè, che scopro con tristezza non avere una pagina Wikipedia, ma una Nonciclopedia sì. Ma perchè parlarne allora, perchè è il personaggio che maggiormente incarna questo periodo, metà Renzi metà Sgarbi, ha creato un personaggio di successo nel momento più difficile della sua "carriera" da "critico d'arte" e ha lanciato un sacco di fenomeni da baraccone, regalandoci video e momenti atroci, senza senso, astratti, non sense, catafratti e sibaritici ed è per questo che gli siamo grati.
Diprè nasce a Thione, comune di Trento 40 anni fa, avvocato (al momento estromesso dall'ordine) è attratto come da sua stessa ammissione dal successo, segue l'ambiente cattolico, cercando di salire tutti i gradini ecclesiali da laico fino a divenire vescovo laico, in Italia uno dei primi luoghi di scalata sociale è la vicinanza alle autorità religiose, e grazie a questa conduceva già un programma su TelePace fino a quando per solito opportunismo si candita con la Margherita ("Però quegli stronzi di preti hanno votato un altro"), seguirà l'avventura con la Lega Nord ("La Lega Nord, l’ho scelta solo per Tele Padania, non me ne fregava un cazzo del movimento, un cazzo niente, anzi mi fanno schifo tutti i partiti. Però finivo sempre su Blob"), arriverà a Tele Padania conducendo il programma Giovani Padani oltre ad esserne il responsabile federale, ed è grazie a Tele Padania che conosce ed intervista il suo primo personaggio nell'era pre Diprè, ovvero il mai dimenticato Osvaldo Paniccia, il video funziona e spopola, grazie anche al invitato, e dal 2001 al 2012 è il periodo in cui presenta 1500 "pittori" e gestisce due canali sulla piattaforma Sky ("C’erano quelli che facevano delle cose realmente inguardabili ma io non potevo dirgli “guarda i tuoi quadri fanno schifo” perché poteva capitare anche gente che ti metteva sul tavolo 50mila euro").

Prima di Diprè
Il pre-Diprè è un tentativo molto sfortunato di imitare lavorativamente e artisticamente Sgarbi, ma spacchiamo una lancia a favore di Sgarbi, lui a differenza di Diprè è realmente un critico d'arte, per il resto è una capra ma di arte è uno dei pochi in Italia a poter vantare giustamente il meritatissimo aggettivo di critico d'arte, Diprè prova ad imitarlo persino quando invitato a "Mi Manda Rai Tre" con l'accusa di aver frodato un sacco di persone, prova a imitare le sue sfuriate ma non ce la fà, Sgarbi è di un altro pianeta, molto meglio trovarsi qualcos'altro da fare nella vita.

L'Incontro con Sasha Gray
Quest'incontro cambierà tutto, cambierà soprattutto la sua vita, diventerà per le generazioni più giovani un mito per l'intervista al ex porno star Sasha Gray, l'intervista si rivelerà essere una delle peggiori interviste mai fatte sulla faccia della terra, ed è proprio questo per cui il video funziona, l'atmosfera surreale che è presente da subito per tutto il resto dell'intervista consacra Diprè a personaggio del web, ed è proprio sul web e su YouTube che il personaggio Diprè funziona; In quest'intervista tira fuori le sue uscite più spettacolari divenuti poi cavalli di battaglia ripetuti inutilmente perchè fanno parte del personaggio; Catafratta ("You are catafratta" che significa più o meno "Quando il cavallo e il cavaliere sono uniti è la catafratta" semplice no!) o Sibaritico ("Arriva dalla città di Sibari, un luogo molto lussoso…"), fino ad opera d'arte mobile, riferita a qualsiasi figa.



L'incontro con Giuseppe Simone
Se quello con Sasha Gray è surreale quello con Simone è un passo in avanti maggiore, nei video Diprè presenta Simone che come ben si sa a problemi con le donne, le vorrebbe ma c'è qualche problema, anche da quest'incontro scaturiranno battute leggen...darie! "Il Kilo di Vaggina" o "Monella!" I due stanno a Totò e Peppino dell'era Youtube, irraggiungibili.


Rosario Muniz
Diprè scopre che l'antica fenomenologia del "Fenomeno da Baraccone" con internet non è finita, anzi quest'interesse è aumentato, sia da parte di chi guarda a chi fa da fenomeno, questa è la nuova strada di Diprè, tutti sono alla ricerca del loro quarto d'ora di celebrità, anche se si sa che finirà chi se ne frega e Diprè lo sa benissimo e lo sfrutta, ma c'è anche da fare il lavoro sporco, questo video ne è la prova, Dipre si trova ad intervistare un sacco di baracconi ma questo li supera di molto, la forza di Diprè è un'altra, semplicemente non gliene frega un cazzo di chi intervista, l'importante che su internet il video funzioni, e questo ne è la prova, Diprè rimane assolutamente tranquillo all'ascoltare le affermazioni di Muniz che dice di avere la figa al posto del buco del culo, rimanere seri è impossibile se non siete Diprè, ed ancora Muniz insiste sul fatto che nei parchetti non ci sono più i maniaci di una volta, Diprè continua un'intervista sull'assurdo della situazione che lo rende ai nostri occhi un mito, io alla prima affermazione sarei caduto per terra dal ridere, anche se più avanti Diprè commenterà lapidario: "Quello che sostiene di avere una figa al posto del buco di culo, un mostro autentico, anche a me dà fastidio perché è atroce, è la dimostrazione dello schifo totale".



Peppe Fetish
Il produrre personaggi è un abilità che solo Diprè sembra avere, non serve più "La Corrida", "Tu si che Vales", Diprè gli scopre tutti lui, come Beppe napoletano amante dei piedi.


Bello Figo
L'incontro fra Diprè e il mondo del rap non può che essere memorabile, i rapper cattivi e molto SWAG come Bello Figo non potevano mancare nella sua galleria di arti mobili. L'arte del fumare il sigaro spento. SWAG!


€ddy
Non poteva mancare la risposta a Bello Figo, da Eddy l'Eminem veneto.


Giuseppe Sapio
Questa è la risposta italiana a Justin Bieber, vedere per credere.



Diprè e il Calcio
Lo sport come il calcio sembra risvegliare in Diprè lo Sgarbi che è nascosto dentro di sè, ed infine la provocazione di volersi comprare il Vicenza calcio. La cocaina a livelli sibaritici.


Diprè vs. Cruciani
E' una battaglia fra giganti, Godzilla contro King Kong, due telefonate memorabili, Cruciani: "Chiamate l'ambulanza!", "Chiamate i carabinieri!"; Mentre catafratto e sibaritico come sempre è Diprè: "Voi state parlando con un capo di una religione, il Dipreismo", "L'unico con cui potete paragonarmi è Gesù", "Anche Gesù ha avuto qualche problema con la giustizia!". L'immensità del Dipreismo.


Sara Tommasi
I video con Sara Tommasi sono l'apice del trash, che sembra una parabola evolutiva di Diprè, ormai non più contento dei personaggi scovati punta sul trash alla ricerca di quel spasmodico numero di visualizzazioni su Youtube, perciò realizza questo video, campione assoluto del trash italiano del 2015, dove Diprè si sente Kanye West e la Tommasi in uno stato a dir poco molto provato dall'utilizzo delle droghe è Kim Kardashian, la coppia del trash che doveva convolare a nozze però esplode, ma ci ha lasciato questo regalo ode al trash, titolato "Nel Mio Privè". L'uso delle droghe alla massima potenza.


C'è bisogno per forza di un riassunto, che ci piaccia o no dobbiamo sapere che esistono un sacco di personaggi intorno a noi, piacevoli o orribili che siano che gravitano intorno a noi, facciamo finta di non vederli ma esistono e uno come Diprè n'è un catalizzatore, una calamita che li attrae a sè e li riutilizza per i suoi scopi, il "Fenomeno da Baraccone 2.0", potremmo aggiungere che ormai 10 anni fa la rete o internet come vi piace, doveva essere un luogo ben diverso da come è diventato ora, avrebbe dovuto liberarci, arricchirci, invece di riempirci con materiale videografico non di certo di gran importanza, persino YouTube doveva avere un potere e uno scopo molto migliore sulle coscienze ma il sogno francamente, è stato infranto, internet è ciò che è per via di chi lo usa, internet non è una macchina senziente, perciò internet è ciò che siamo noi.
Amarlo o odiarlo non serve a niente, dopotutto fa un sacco di video che ti ammazzano dalle risate, il mondo va accettato per quello che è, ed internet grazie all'avvocato Diprè è un posto MERAVIGLIOSO!

Nessun commento: