O L E R O N

O L E R O N

DAL 27 DICEMBRE E' DISPONIBILE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE E SUL NOSTRO NUOVO CANALE VIMEO, IL NOSTRO ULTIMO LAVORO, UN LUNGOMETRAGGIO INTITOLATO O L E R O N, TRATTO DA UN RACCONTO DI STEFANO BENNI.
GUARDATE, CONDIVIDETE, COMMENTATE E VISITATE IL NOSTRO CANALE.

Argomenti:

mercoledì 14 ottobre 2015

Nobel Poco Nobel

Come abbiamo visto nel post precedente, molti grandi scoperte e molti grandi personaggi sono passati inosservati dagli assegnatari del Premio Nobel, ma in altri casi, si spera sempre in buona fede, il premio è stato assegnato a personaggi poco degni dell’autorevolezza di questo premio, ovviamente non è una questione di giudizi, c’è una spiegazione; Per chi non c’era, per chi inseguiva una sua chimera o rassegnava le dimissione come sindaco ecco una lista di Nobel poco degni.

William Shockley (1910-1989)
William Shockley, fu premiato con il Nobel per la Fisica nel 1956 per l'invenzione del Transistor (dispositivo a semiconduttore largamente usato sia nell'elettronica analogica che nell'elettronica digitale), assieme a John Brandeem e Walter Brattain. Ma nella vita privata William aveva una passione un po’ strana, oltre ad essere un grande scienziato era un razzista; Oltre ad non compiuto studi formali nei campi della genetica e della biologia Shockley si dedicò a propagandare idee razziste ammantate di pseudoscienza, fra quali mettere in guardia contro l'"Evoluzione regressiva" dovuta al fatto che i neri, a suo dire intellettualmente inferiori, si riproducevano a tassi maggiori di noi bianchi; La soluzione è di tipo abbastanza nazista ovvero propose di abolire il sistema di welfare e sostituirlo con incentivi finanziari alle persone "Geneticamente svantaggiate" che accettassero di farsi sterilizzare.

Fritz Haber (1868-1934)

Fritz Haber vinse il Nobel per la Chimica del 1918, lo scienziato tedesco di cui vi abbiamo già parlato in questo post, vinse il Nobel per aver messo a punto un metodo per sintetizzare da idrogeno e azoto l'ammoniaca da utilizzare come fertilizzante. La scoperta portò a un aumento delle rese agricole in tutto il mondo, e Haber fu celebrato come colui che aveva "Ricavato pane dall'aria"; Peccato che si prodigo negli studi arrivando ad un’altra invenzione, lo “Sterminio Industrializzato”, l’industria chimica al servizio della guerra, la pietra miliare della “Guerra Chimica”.

Kary Mullis

Kary Mullis vincitore del Nobel per la Chimica nel 1993, si compiace di essere un anticonformista, una voce fuori dal coro nella comunità scientifica. Scrisse nella sua autobiografia, intitolata Dancing Naked in the Mind Field "Ballando Nudo nel Campo della Mente", Mullis canta le lodi dell'astrologia, descrive un possibile incontro con una specie aliena (che a lui appare sotto forma di un luccicante procione parlante), e ammette senza pentimenti di aver fatto ripetuto uso di LSD; Fin qui strano ma accettare questo di un scienziato matto, ma Mullis arriva a negare quelle che la comunità scientifica riconosce come le effettive cause dell'AIDS; Grazie alla fama ottenuta con il Nobel, lo scienziato ha dato voce alle teorie del microbiologo Peter Duesberg, secondo cui il virus HIV è innocuo e l'AIDS è dovuto solo all'uso di droghe ricreative e degli stessi farmaci anti-HIV.

Nils Gustaf Dalén (1869-1937)

Nils Gustaf Dalén fu assegnato il Nobel per la Fisica nel 1912, forse meno meritato della storia, lo studioso svedese fu premiato per aver messo a punto il Solventil (Una valvola solare che regolava l'illuminazione a gas nei fari, spegnendoli  automaticamente al sorgere del sole e riaccendendoli di notte o in caso di nebbia o di tempo nuvoloso), invenzione utile per la navigazione ma non una rivoluzione nel mondo della fisica, se si considera che nello stesso periodo Max Planck e colleghi stavano ponendo le basi della meccanica quantistica, il perché di questo Premio è dato probabilmente perché i membri assegnatari non riuscivano a mettersi d’accordo su altri candidati, ed ecco che in seguito trapelo che l'Accademia intendeva assegnare un premio congiunto nientemeno a Thomas Edison e Nikola Tesla per i loro pionieristici studi sull'elettricità (E sti cazzi!), ma c’è un perché anche per questo, premiarli congiuntamente non sarebbe stato possibile per i dissapori fra Tesla ed Edison a causa della lite di natura economica, ma come insegna la storia fra i due litiganti la spuntò lo svedese che si occupava di fari.

Johannes Fibiger (1867-1928)
Il danese Johannes Fibiger vinse il premio per la Medicina nel 1926 per la scoperta di quello che si riteneva un parassita cancerogeno, la motivazione dell’accademia affermava: "Il più importante risultato ottenuto dalla medicina sperimentale nella nostra generazione"; Peccato che era tutto sbagliato; Lo studioso studiò una patologia sui ratti che provocava verruche nello stomaco, concludendo che fosse una forma di cancro causata da vermi parassiti; Nella realtà le escrescenze erano dovute a una carenza di vitamina A aggravata dai parassiti. Un equivoco.

Joshua Lederberg (1925-2008)
Forse uno dei casi più clamorosi è quello del premio per la Medicina del 1958, che andò a Joshua Lederberg per le ricerche condotte assieme a sua moglie, la microbiologa Esther Zimmer Lederberg. Fu Esther a scoprire un virus che infetta i batteri e a mettere a punto assieme al marito, una tecnica; Eppure l'Accademia assegnò il premio soltanto a suo marito! Che nel suo discorso di accettazione, da buon maritino la nominò solamente una volta. Che ingratitudine.

James Watson
James Watson fu Premiato nel 1962 assieme a Francis Crick e Maurice Wilkins per la scoperta della struttura del DNA, ma lo scienziato americano fa categoria a sé, cerca di non perdere mai l'occasione per offendere il prossimo, sua grande passione; Ha teorizzato l'esistenza di un legame biochimico tra il colore della pelle e la libido sessuale: "Ecco perché esistono i Latin lover", grandissima scoperta! Ha sostenuto che "L'antisemitismo è almeno in parte giustificato" aggiungerei anche un “Ma come no”; Si è sempre rifiutato di riconoscere i meriti di Rosalind Franklin che rese possibile la sua scoperta con i suoi studi sulla cristallografia a raggi X, per di più dileggiando la collega con battute sul  suo aspetto fisico e il suo gusto nel vestire. Recente Watson si è detto "Molto pessimista sulle prospettive per l'Africa, perché tutte le nostre politiche sociali sono basate sull'idea che la loro intelligenza sia uguale alla nostra, mentre in realtà da tutti i test risulta il contrario". A causa di questo l'anno scorso Watson ha messo all'asta la sua medaglia del Nobel, ricavando 4,1 milioni di dollari: nessun vincitore del premio aveva mai osato tanto. Elementare Watson!

Barack Obama
Beh non voglio criticare di certo il Nobel ad Obama, conto sulla buona fede dell’Accademia, ma il Premio Nobel per la Pace vinto nel 2009, fu dato principalmente per i valori e le grandi aspettative che portava con sé, spacchiamo una lancia in suo favore, è divenuto presidente di uno dei stati con il suo esercito impegnato in un numero considerevole di conflitti ed operazioni militari laterali, insomma è stato caricato di troppe speranze per una persona sola, del resto è l’uomo più potente del mondo come si usa dire, tanto potente che non riesce a fare una legge per arginare la vendita di armi nella sua nazione, pensate a portare la pace nel mondo, dopo quasi due mandati a fatto di meglio, ovviamente bombardare un altro Premio Nobel per la Pace, fino ad adesso nessun Nobel aveva bombardato un altro Nobel.
Una chiamata di scuse e un indagine interna all’esercito per stabilire come è possibile che sia stato bombardato un ospedale, l’indagine porterà alla colpa di MSF, perché non si costruiscono ospedali dove cadono le bombe!
E dire che Adolf Hitler è stato candidato nel 1939 al Nobel, senza averlo vinto...



Nessun commento: